Il Polpettone Pasquale è una pietanza che può far parte del tuo menu di Pasqua perché può essere gustato anche freddo il giorno dopo per il giorno di Pasquetta per la classica scampagnata. Il suo ripieno è davvero gustoso nutriente che si evidenzia al momento del taglio.

Pasqua è una festa religiosa e soprattutto un’occasione per riunirsi con la famiglia e gli amici per un pranzo sostanzioso il cui menu varia secondo le tradizioni delle diverse regioni italiane. Le ricette sono tante, ma a conclusione delle tavolate troviamo sempre la colomba pasquale e le uova di cioccolata, con le loro sorprese, sono sempre presenti.

L’arrivo della Pasqua coincide spesso con la fine dell’inverno e la primavera entrante stimola la voglia di festeggiare con tavole ricche di piatti prelibati della tradizione italiana. L’aspetto religioso, che è quello preponderante per la religione cristiana, festeggia la Resurrezione di Gesù e questo miracolo rappresenta simbolicamente la Rinascita, in tutti i suoi significati.

Sono 1600 anni che l’uovo è diventato il simbolo della rinascita, ma già nell’antica Roma e in Grecia venivano donate uova a testimonianza dell’avvento della primavera e, per la religione cristiana la resurrezione di Gesù.

Altri simboli sono l’ulivo e la colomba che nei racconti della Bibbia rappresentano la terra che rifiorisce dopo il diluvio universale e il simbolo di pace e purezza; anche il coniglio è un simbolo pasquale come segno di fertilità e rinascita.

L’agnello infine è il simbolo cristiano del Sacrificio di Gesù e nasce già nella Pasqua Ebraica come dono; infatti, si parla di “agnello sacrificale”; da nasce l’usanza di regalare dolci a forma di agnello e consumare nel giorno di Pasqua piatti a base di agnello o capretto. Anche qui le ricette sono numerose: al forno con patate e carciofi, oppure in umido o alla cacciatora, ma sono anche ormai in tanti che non trovano etico mangiare animali così giovani e si rivolgono ad altri piatti altrettanto gustosi, come la carne di vitello, di manzo oppure tacchino o gallina faraona ed anche la carne macinata, oltre le torte pasquali come la torta Pasqualina o il Castiello ed il Tortano tipici della tradizione Campana.

Ovviamente le uova sono presenti in tutti i menù pasquali, dagli antipasti ai dolci oppure, come nella ricetta che oggi vi proponiamo, all’interno del polpettone adagiato su un letto di erbe di campo saltate in padella con dello scalogno.

Le erbette selvatiche da utilizzare le possiamo raccogliere passeggiando nei campi in primavera e imbattendoci nella borragine, l’ortica o il tarassaco. Non può assolutamente mancare l’olio extravergine d’oliva che darà quel gusto in più bilanciando tutti i sapori dei vari componenti, dai più forti ai più delicati.

L’olio d’oliva, che sia sempre extravergine, è di uso quotidiano nella nostra cucina e ormai sappiamo che il panorama della produzione italiana ce ne offre di gusti e composizioni diverse. La spremitura a freddo delle olive appena colte ci garantisce il suo effetto salutare con le sue eccellenti doti nutrizionali e fa parte in pianta stabile della nostra alimentazione quotidiana nella preparazione dei nostri piatti con gli usi più disparati: come condimento, per cuocere oppure per la frittura poiché il suo alto punto di fumo ne garantisce la resistenza alle alte temperature.

La scienza ormai ci dice che l’alto contenuto di polifenoli antiossidanti e il giusto contenuto di grassi polinsaturi ne fanno un alimento imprescindibile della nostra dieta, soprattutto di quella Mediterranea, individuata la più salutare ed equilibrata da tutti i nutrizionisti del mondo e riconosciuta patrimonio immateriale dell’umanità. La sua composizione, fatta di cereali integrali, frutta verdura, pochissima carne bianca e soprattutto olio extravergine di oliva, è stata riconosciuta fondamentale per combattere i mali tipici della società moderna, contrastando il colesterolo e aiutando a ridurre le malattie cardiocircolatorie, oggi prima causa di morte insieme al cancro.

Un olio extravergine può essere definito tale se rispetta alcune procedure basilari: le olive raccolte non devono essere contaminate da trattamenti chimici, pesticidi o fertilizzanti, la molitura e tutta la lavorazione deve avvenire a bassa temperatura, non superiore ai 24°-26° gradi e l’olio estratto deve avere un’acidità inferiore allo 0.8%

Le varietà di olive da cui si ricava l’olio sono moltissime, in Italia si contano più di 600 cultivar e queste caratterizzano il sapore dell’olio extravergine ed il suo successivo impiego.

La ricetta di oggi è preparata con l’olio extravergine di oliva Monovarietale “Rotondella” dell’azienda Madonna dell’Olivo e lo si può acquistare su Olievo.eu, il primo marketplace italiano che offre un panorama di eccellenze di olio EVO di frantoi italiani di alta professionalità, passione e amore per la terra e per questo prodotto imprescindibile per la nostra cucina. La mission di Olioevo.eu è promuovere e distribuire oli al 100% extravergini di oliva provenienti da un’agricoltura sana e rispettosa dell’ambiente, con un metodo di coltivazione a basso impatto ambientale. Questo è ciò che rende gli oli prodotti sani e genuini, con certificazioni di qualità. Questo ne fa una vetrina elegante dove scoprire eccellenze del panorama gastronomico italiano con oli di nicchia o più diffusi di aziende che sono il vero orgoglio del nostro paese e, anche se poco conosciuti, ci permettono di apprezzare vere specialità, riscoprendo sapori, profumi e aromi nuovi.

Il sistema di navigazione semplice e all’avanguardia all’interno del sito consente soddisfare ogni ricerca e trovare il prodotto desiderato con facilità. Olievo.eu offre un’ampia scelta di oli extravergine di oliva di produzioni di tutte le regioni italiane con certificazioni DOP o IGP e che hanno ricevuto riconoscimenti e premi italiani e internazionali, oltre a prodotti di dermocosmesi, accessori e oggettistica per la cucina realizzati da maestri artigiani.

L’Olio Extravergine di Oliva Monovarietale “Rotondella” dell’Azienda Madonna dell’Olivo, protagonista della nostra ricetta di oggi, è un extravergine denocciolato, ottenuto da monocultivar Rotondella. L’azienda produttrice Madonna dell’olivo è nata nel 2003 a Serre in Campania e si distingue per la produzione di oli monovarietali da un oliveto di ben 6 ettari, con oltre 2000 piante di olivo. Il frantoio L’azienda utilizza un frantoio a ciclo continuo con spremitura a freddo da olive denocciolate e gli oli prodotti rispettano l’ambiente e ottenuti con l’utilizzo delle più moderne tecnologie produttive, supportate da un laboratorio di ricerca che monitora le varietà del territorio, garantendo così la bontà e la qualità degli oli.

Il Monovarietale “Rotondella” ha un sapore ricco di sentori balsamici come rosmarino e menta, con note speziate di pepe nero e cannella. Al gusto, emergono sapori di carciofo, cicoria e cardo, con piacevoli note amare e piccanti. È un olio perfetto per condire a crude bruschette, carpacci e insalate, ma si sposa bene anche con la carne rossa, la salsiccia e i formaggi stagionati, grazie al suo sapore deciso.

Veniamo alla nostra ricetta del Polpettone Pasquale con Uova Sode Erbette di Campo e Olio Extravergine di Oliva Monovarietale “Rotondella” dell’Azienda Madonna dell’Olivo:

Ingredienti per il ripieno:

500 grammi carne macinata mista

200 grammi di salciccia

5 uova e un tuorlo ( di cui 4 faremo sode, una è per l’impasto )

50 grammi di formaggio grattugiato

100 grammi di pane grattugiato

400 grammi di erbette di campo

100 grammi di speck

sale

Olio Extravergine di Oliva Monovarietale “Rotondella” – Azienda Madonna dell’Olivo

1 bicchiere di vino bianco secco

 

Preparazione:

 

Prepariamo il polpettone iniziando con la carne macinata e la salsiccia, da cui avremo rimosso la pelle e schiacciato la carne con una forchetta, nella stessa ciotola. Successivamente, mondiamo e laviamo accuratamente le verdure, quindi le tritiamo finemente con l’aiuto di un tritatutto. In una padella, facciamo rosolare le verdure tagliate in piccoli pezzetti con un filo di Olio Extravergine di Oliva Monovarietale “Rotondella” dell’Azienda Madonna dell’Olivo.

Una volta rosolate, aggiungiamo alla carne un uovo, 50 grammi di formaggio grattugiato e pane grattugiato, mescolando bene il composto. Stendiamo la carne su un foglio di carta forno e al centro disponiamo le verdure rosolate, le fettine di speck e le uova sode, quindi chiudiamo il tutto dandogli la forma classica del polpettone.

Trasferiamo il polpettone in una teglia rivestita di carta forno, aggiungendo un filo di Olio Extravergine di Oliva Monovarietale “Rotondella” dell’Azienda Madonna dell’Olivo e un bicchiere di vino bianco secco. Inforniamo a 180 gradi per 35/40 minuti, girandolo di tanto in tanto durante la cottura.

Ed ecco pronto il nostro delizioso Polpettone Pasquale con Uova Sode, Erbette di Campo e Olio Extravergine di Oliva Monovarietale “Rotondella” dell’Azienda Madonna dell’Olivo, disponibile su OlioEvo.eu.

Alla prossima ricetta!